14 Ottobre 2021

Nuova vita, incisivo antidoto

La rivista cartacea ha cessato le pubblicazioni dopo mezzo secolo. Ma spirito e obiettivi rimangono intatti. Rilanciati da questo nuovo sito


A marzo 2020 il mensile Italia Caritas, dopo 52 anni, ha pubblicato l’ultimo numero. In oltre mezzo secolo aveva dato spazio a temi sociali e umanitari vicini all’esperienza Caritas; presentando nel contempo le riflessioni e illustrando le iniziative proposte dalla rete Caritas nei territori italiani e nel mondo. Da aprile 2020 la rivista è diventata trimestrale, riducendo sensibilmente la foliazione e divenendo una sorta di newsletter, con il compito di mantenere comunque il contatto “cartaceo” con tutti voi, continuando a entrare nelle vostre case, nei vostri istituti, nelle vostre e nostre Chiese e realtà diocesane.

Per rispondere al meglio alle sfide del cambiamento, in particolare nell’ambito della grande comunicazione (sempre più orientata verso i social e l’informazione on line) e anche della micro-comunicazione (che lega tra loro le persone nella quotidianità), è da oggi on line questo nuovo sito, IC.it, con il compito di continuare a valorizzare, con altri strumenti e modalità, i contenuti fino a oggi trattati sulla storica rivista cartacea Italia Caritas: per essere nell’agorà, sulla piazza della comunicazione, capaci di comunicare con mezzi nuovi, in nuove condizioni; ma soprattutto di ripensare il nostro modello di comunicazione, relazione, ascolto e dialogo anche nel contesto quotidiano.

Percorsi di condivisione La speranza è che questo possa essere uno strumento per continuare a seminare una carità evangelica, che si fa cultura e offrire stimoli preziosi. Avviando percorsi di incontro e di condivisione nel contesto attuale, caratterizzato dalla pandemia e da radicali fenomeni di trasformazione e cambiamento, che incidono sul costume e sulla vita delle persone. E provocano sempre più smarrimenti, chiusure, individualismi, esclusioni, fragilità. Condizioni nei confronti delle quali anche un nuovo sito può costituire un piccolo, ma incisivo antidoto.

* direttore di Caritas Italiana